OSSERVATORIO DEI PROGRAMMI INTERNAZIONALI PER LE BIBLIOTECHE

L'Osservatorio :

  • promuove la collaborazione e la partecipazione degli archivi, delle biblioteche e delle istituzioni culturali a programmi e progetti internazionali;
  • cura i rapporti con le Istituzioni europee: Commissione Europea, Parlamento Europeo e con le associazioni professionali del settore;
  • Costituisce il tramite tra la Commissione Europea e le istituzioni italiane (archivi, biblioteche, musei, università, mercato dell'editoria, imprese di servizi informatici, ecc.. ) con l'obiettivo di favorire la partecipazione e l'armonizzazione delle iniziative.

L'Osservatorio dei Programmi Internazionali per le Biblioteche e gli Archivi (OPIB), a seguito della riforma del nuovo Ministero per i Beni e le Attività Culturali - D.M. 2 agosto 2004, agiva nell' ambito del Dipartimento per i Beni Archivistici e Librari.

L'Osservatorio realizza le sue attività attraverso :

  • la raccolta e la diffusione di informazioni su programmi e progetti internazionali relativi a archivi, biblioteche e servizi culturali attraverso il sito WEB;
  • la promozione di iniziative per favorire la partecipazione degli archivi e delle biblioteche italiane ai programmi ed ai progetti internazionali;
  • l'assistenza ai presentatori dei progetti, sia per gli aspetti informativi e tecnici, sia per la ricerca di partner;
  • il sostegno al coordinamento dei progetti nazionali in rapporto alle iniziative internazionali;
  • la pubblicazione e l'aggiornamento regolare delle informazioni relative alle azioni comunitarie sulle maggiori riviste professionali italiane;
  • l'invio di note informative e di documentazione;
  • la diffusione di informazione mediante comunicazioni a convegni e congressi;

L'OPIB, a seguito della Riforma del Ministero per i Beni e le Attività Culturali (2008) è confluito nell' Ufficio OPIB all’ICCU con la finalità di offrire un Servizio di documentazione e informazione europea, attraverso il sito web www.opib.librari.beniculturali.it/ che intende fornire agli utenti (tra i quali le istituzioni culturali italiane: archivi, biblioteche, musei, università, pubblica amministrazione) gli strumenti per la conoscenza dei principali Programmi europei ed internazionali.

Nell’espletamento della propria missione, l’Ufficio Opib realizza le seguenti attività:

  • accresce la conoscenza dei principali Programmi attualmente in vigore, attinenti al mondo della cultura e della ricerca, fornendo direttamente, in italiano e in inglese, informazioni dettagliate relative a ogni singolo Programma. Di ciascun Programma è riportato: il Workprogrammee i bandi pubblicati ogni anno; la durata media dei progetti; il finanziamento totale e medio per progetto; la quota di finanziamento comunitario etc.;
  • accresce la conoscenza dei principali progetti internazionali, anche a partecipazione italiana, relativi a archivi, biblioteche e istituzioni culturali;
  • accresce la conoscenza della realtà politico-istituzionale dell’Unione europea, promuovendo l’avvicinamento dei cittadini alle istituzioni e alle politiche dell’UE;
  • mette a disposizione un database di documenti e pubblicazioni rilevanti per il settore della documentazione europea ed internazionale;
  • segnala le novità e gli eventi più importanti relativi non solo ai programmi internazionali ma anche relativi ad attività di carattere più generale;
  • promuove e organizzare eventi (giornate informative, convegni, etc.), per favorire la partecipazione delle istituzioni culturali ai programmi e iniziative comunitarie ed internazionali;
  • promuove attività di formazione e orientamento alla professione del bibliotecario-documentalista, rivolte a studenti e laureati, attraverso apposite convenzioni dell’ICCU con le varie università;
  • coordina, razionalizza e integra le attività di documentazione, ricerca, studio, attraverso una serie di convenzioni con altri centri di informazione, studio e documentazione, sia italiani che europei;
  • pubblica articoli sulle principali iniziative comunitarie nelle maggiori riviste professionali italiane e straniere.

Sito web OPIB

On-line dal 2001, documenta tutte le attività realizzate nel corso di questi anni. L’indirizzo, fin dal 2001, è quello attuale: http://www.opib.librari.beniculturali.it.

Le versioni del sito disponibili sono quattro: anno 2001; anno 2004; 2005-2013, versione attuale 2013. Il sito OPIB, dunque ripensato e arricchito, è costantemente aggiornato e implementato con nuove Sezioni di documentazione europea e internazionale.